Salta al contenuto principale Salta alla navigazione principale Salta al piè di pagina

Valutazione della Qualità della Ricerca - VQR

Cos'è la VQR

ANVUR svolge periodicamente una valutazione sulla qualità dei risultati scientifici e delle attività di trasferimento tecnologico e valorizzazione della ricerca (terza missione) svolte dagli Atenei e degli Enti di Ricerca nazionali. Tale valutazione, denominata VQR, adotta il metodo della peer review informata e formula un giudizio di qualità basato sui criteri di:

  • originalità
  • rigore metodologico
  • impatto (attestato o potenziale).

L'analisi converge in un giudizio sintetico, articolato su cinque livelli, da "eccellente ed estremamente rilevante" a  "scarsa rilevanza o non accettabile".

I valutatori
Il  Consiglio Direttivo dell’ANVUR nomina un gruppo di esperti valutatori (GEV), studiosi italiani ed esteri di elevata qualificazione che sono distinti per area scientifica.

VQR e finanziamento della ricerca
I risultati ottenuti nella VQR concorrono a determinare una quota premiale del Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO) degli Atenei e degli Enti di Ricerca.

La VQR 2015-2019

L’esercizio 2015-2019, di cui è uscito il bando a gennaio 2020 con un aggiornamento a settembre, è articolato su 17 Aree Scientifiche ed 1 Area interdisciplinare di Terza Missione.

Per ciascuna delle 17 aree, l'ANVUR ha nominato, a seguito di una selezione alla quale hanno partecipato studiosi sia italiani che stranieri, un Gruppo di Esperti della Valutazione (GEV) con il compito di definire i criteri di valutazione e di valutare i prodotti della ricerca di docenti e ricercatori e un Gruppo Interdisciplinare su Impatto/Terza Missione che analizzerà i casi di studio proposti da ciascun ateneo. Il numero massimo di prodotti che ciascuna Università dovrà presentare è stato fissato come il triplo del numero di docenti e ricercatori in servizio al 1° novembre 2019, prevedendo che un ricercatore possa presentare da 0 a 4 prodotti. Per quanto relativo alla Terza Missione, la VQR richiede di presentare un numero di casi studio pari alla metà del numero dei Dipartimenti. 

Al termine del processo di valutazione, il Dipartimento analizza il processo di selezione delle attività proposte, gli strumenti e la metodologia utilizzati e produce un commento ai risultati ottenuti.

Tale analisi viene sintetizzata in un documento, denominato Commento alla VQR.

I risultati del Dipartimento

Il Dipartimento di Filosofia "Piero Martinetti" ha ricevuto una valutazione estremamente positiva nel processo di valutazione che ha avuto come effetto l’attribuzione del punteggio massimo (100) nell’ISPD (Indicatore Standardizzato della Performance Dipartimentale).

Il valore di ISPD assegnato a un dipartimento è determinato in base al posizionamento di tale dipartimento nella classe di tutti i dipartimenti con la medesima composizione disciplinare, ovvero la stessa struttura in termini di settori disciplinari degli afferenti (SSD) che è effettivamente possibile comporre permutando gli addetti presenti in quegli SSD nelle istituzioni pubbliche italiane alla data del 1° gennaio 2017. ISPD è ottenuto quindi dalla sola comparazione diretta tra i dipartimenti possibili con la stessa composizione disciplinare e tale comparazione sarà effettuata in termini del grado di successo nell’ultima VQR” (Nota Metodologica del MIUR del 12.5.2017).

Il massimo punteggio ISPD, oltre all’ottima valutazione del Progetto di Eccellenza precedente, ha consentito al nostro Dipartimento di essere selezionato tra i Dipartimenti dell’Università degli Studi di Milano candidabili per il Dipartimento di Eccellenza.

Il Dipartimento ha infine ricevuto, per la seconda volta, l’assegnazione come Dipartimento di Eccellenza, per gli anni 2023-2027.

Per informazioni sulla VQR

Per supporto ed informazioni relative alla VQR è possibile contattare la Direzione Performance, Assicurazione Qualità, Valutazione e Politiche di Open Science, che coordina e supporta i Dipartimenti durante le fasi di raccolta e presentazione dei dati e l’Ateneo per quanto relativo all'analisi dei risultati.