Salta al contenuto principale Salta alla navigazione principale Salta al piè di pagina

Laboratorio di ricerca Philosophy for Children-Community

Presentazione

Bambini in circolo

La Philosophy for Children nasce nei primi anni Settanta grazie al lavoro di Matthew Lipman, professore di Logica presso la Columbia University e all’impegno di ricercatori e ricercatrici come Ann Margaret Sharp. Si tratta di un vero e proprio movimento, aperto a diversi stili e interpretazioni, di un’esperienza filosofica capace di suggerire alcuni cambiamenti in ambito scolastico: la classe viene intesa come comunità di ricerca, il ruolo dell’insegnante si trasforma in facilitatore-complicatore, l’acquisizione di sapere lascia spazi al pensare dialogico.

L’idea di proporre un Laboratorio di ricerca di Philosophy for Children-Community presso il Dipartimento di Filosofia “Piero Martinetti” dell’Università degli studi di Milano nasce a partire dalle attività informali realizzate nel corso degli ultimi anni che vanno dal 2020 a oggi, a margine delle attività del Laboratorio di introduzione alla Philosophy for Children-Community come strumento didattico coordinate da Pierpaolo Casarin (professore a contratto). Con tale proposta si intende dare ulteriore forma e profondità al lavoro di ricerca di numerosi studenti e studentesse (alcune fra loro hanno discusso tesi di laurea proprio intorno ad argomenti riguardanti l’orizzonte della Philosophy for Children)

Le attività di questi anni si sono svolte all’interno delle aule dell’Università, nello spazio ChiAmaMilano di Via Laghetto e proseguite presso diverse realtà scolastiche del territorio dove le ragazze e i ragazzi hanno potuto osservare numerose sessioni di Philosophy for Children-Community. L’esperienza realizzata intenderebbe proseguire in collaborazione con Propositi di filosofia, Società a n.c., con un assetto ancor più definito dirigendo i suoi sforzi verso la realizzazione di una pubblicazione e la presentazione di progetti da presentare in contesti scolastici ed extrascolastici. Al fine di meglio rendere fruibili i lavori e le ricerche si è pensato anche alla creazione di una pagina nel portale del dipartimento. 

In questione la metodologia della Philosophy for Children/Community e il suo possibile declinarsi in post Philosophy for Children, una prospettiva di ricerca che mira a favorire la Philosophy for Children in una direzione critica, autocritica e creativa. Proprio a partire dal suggerimento lipmaniano di valorizzare la ricerca e la sperimentazione di questa pratica intendiamo promuovere esperienze e attività al fine di mettere in gioco diversi stili, metodologie e prospettive filosofiche.

Obiettivi

Obiettivi del Laboratorio di ricerca Philosophy for Children-Community sono:

  • Avvicinare l’orizzonte filosofico di riferimento della Philosophy for children;
  • Approfondire conoscenze in riferimento alla proposta della Philosophy for children/community tenendo in considerazione anche ulteriori possibili sviluppi;
  • Fare esperienza diretta di dialogo filosofico e della comunità di ricerca filosofica;
  • Valorizzare le capacità critiche;
  • Riflettere intorno alle trasformazioni presenti nel curricolo Lipman: dalla classe alla comunità di ricerca dal ruolo dell’insegnante a quello della facilitatrice-facilitatore;
  • Approfondire la relazione fra philosophy for children e filosofia, individuando ulteriori prospettive di ricerca
  • Svolgere attività di osservazione e facilitazione nei contesti scolastici in rete con Propositi di filosofia 
  • Scrivere in riferimento alle attività pratiche svolte con l’intenzione di esplorare possibili stili di scrittura della pratica

Iniziative

Il Laboratorio di ricerca Philosophy for Children-Community intende coinvolgere gli studenti e le studentesse (triennale e magistrale) del dipartimento di filosofia dell’università degli studi di Milano. Prevista la pubblicazione (nella collana Passaggi di Mimesis) di scritti a testimonianze del percorso condiviso.

Il Laboratorio di ricerca immagina presso il le aule dell’Università degli studi di Milano incontri mensili di due ore e trenta ciascuno e suppone di intrecciare il suo percorso con altre iniziative promosse dalla rete legata all’organizzazione Propositi di filosofia. Gli appuntamenti del gruppo di ricerca contano anche sul contributo di alcune figure da tempo impegnate in modo rilevante nella ricerca, nella progettazione e nella realizzazione di esperienze di Philosophy for Children-Community nel territorio italiano.

Coordinatore

Altri proponenti